Anno: 2016

Luogo: Stoccarda

Autore: DEKRA Automobil GmbH

Tipologia: Approfondimento (studio, ricerca, convegno e seminario)

Buona pratica: Strategie per la prevenzione di incidenti sulle strade europee

Download

Il seguente rapporto raccoglie una serie di studi e di strategie la prevenzione di incidenti sulle strade europee ed è suddiviso nelle seguenti sezioni:

Sicuri sulle strade del futuro.

Ancora oggi la maggior parte dei trasporti si svolge su strada. La globalizzazione economica contribuisce a pari merito come la crescente mobilità nel lavoro e nel tempo libero. La mobilità ha però un suo prezzo - sotto forma di conseguenze ne- gative come code, emissioni di sostanze nocive, rumorosità o incidenti - con danni a cose e, in parte, gravi danni alle persone. Risulta pertanto estremamente urgente un approccio integrale per una circolazione migliore e più sicura.

Casistica degli incidenti: gli obiettivi UE per il 2020 sono seriamente a rischio.

Negli incidenti stradali con danni a persone, tra i passeggeri delle vetture risulta esserci di gran lunga il numero maggiore di vittime e feriti. Solo in Germania, nel 2014 circa il 50% di tutti i morti su strada era in auto, mentre i feriti lievi e gravi erano addirittura oltre il 55%.

 Esempi significativi in dettaglio.

 Il fattore umano: lattenzione è la migliore strategia di sicurezza.

A prescindere dal mezzo di trasporto utilizzato gli incidenti stradali hanno di regola diverse cause - innanzitutto, però, ci sono velocità elevata, disattenzione o alcol. L’uomo alla guida è tuttavia il maggiore fattore di rischio. Ed esattamente questo deve essere il punto di partenza per migliorare ulteriormente la sicurezza stradale.

 Tecnologia dei veicoli: salvare le vite con la sicurezza tecnica.

Secondo quanto afferma la Commissione UE, entro il 2050 non dovrebbero quasi più esserci vittime sulle strade europee. Per raggiungere questo obiettivo, oltre ai sistemi di assistenza alla guida quali ESP, si collocano prepotentemente al centro dell’attenzione i livelli successivi, vale a dire i sistemi di guida automatica

 Infrastrutture: strade integre sono il presupposto inderogabile.

Accanto ai sistemi tecnici che forniscono sicurezza passiva, attiva e integrale, nonché al rispetto delle norme stradali, ovvero al corretto comportamento nel traffico, anche l’infrastruttura contribuisce in misura sostanziale alla sicurezza stradale.

 Un obiettivo chiaro: tornare sulla corsia del successo.

Nonostante il rischio di rimanere vittima di un incidente mortale o gravemente feriti negli ultimi dieci anni si sia notevolmente ridotto in quasi tutti gli stati dell’Unione, non è questo motivo per diminuire gli impegni intenti ad incrementare ulteriormente la sicurezza sulle strade. Come mostra il presente rapporto nei capitoli precedenti è necessario intervenire su una serie di punti.