L’informazione è prodotta dall’Istat sulla base di una rilevazione di tutti gli incidenti stradali verbalizzati da un’autorità di polizia e che hanno causato lesioni alle persone (morti entro il trentesimo giorno oppure feriti).

La rilevazione degli incidenti stradali con lesioni a persone è inclusa nel Programma Statistico Nazionale (IST-00142). Enti compartecipanti all’indagine sono l’Aci, alcune Regioni (tra cui l’Emilia-Romagna) e le Province Autonome, secondo le modalità previste da Protocolli di Intesa e Convenzioni. La raccolta delle informazioni prevede la collaborazione di Organi pubblici a competenza locale (Polizia Stradale, Carabinieri, Polizia locale o municipale, Polizia provinciale e altri organismi), in relazione ai compiti assolti nei riguardi della disciplina del traffico e della circolazione.

 
Di seguito una serie di definizioni utili alla lettura ei dati:
 
  • Feriti in incidenti stradali - Persone che hanno subito lesioni al proprio corpo a seguito dell’incidente stradale;
  • Incidente stradale - La Convenzione di Vienna del 1968 definisce l’incidente stradale il fatto verificatosi nelle vie o piazze aperte alla circolazione nel quale risultano coinvolti veicoli (o animali) fermi o in movimento e dal quale siano derivate lesioni a persone;
  • Morti in incidenti stradali - Persone decedute sul colpo od entro il trentesimo giorno a partire da quello in cui si é verificato l’incidente. Tale definizione è stata adottata a decorrere dal 1° gennaio 1999;
  • Rapporto di lesività degli incidenti - Rapporto percentuale tra il totale dei feriti per incidente e il totale degli incidenti;
  • Rapporto di mortalità per incidente - Rapporto percentuale fra i morti in incidenti stradali e il totale incidenti;
  • Rapporto di pericolosità (o Indice di Gravità) - Rapporto percentuale fra i morti per incidente stradale e il totale dei coinvolti negli incidenti non illesi (morti+feriti).